SB per lo Studio Notarile – Il CRM

“Penso che una volta Leadership significasse imporsi, oggi è possedere le qualità necessarie per meritare la stima delle persone”

Indira Gandhi

Gli articoli di questo sito o blog parleranno di “Business Strategy” per lo studio professionale notarile.

Gli articoli sono e saranno il frutto delle mie riflessioni nate dalle ore, giorni e mesi passati “spalla a spalla” con il notaio e i collaboratori di studio, in questi 10 anni di vita notarile.

Il mio primo giorno di lavoro nello Studio notarile Scarano di Ravenna.

logodefpng3bdef

La mia prima giornata di lavoro inizio nel 2006, prendendo coscienza di come si svolgeva la distribuzione del lavoro:

collaboratrici che preparavano atti, gestivano gli adempimenti, le telfonate, ecc, insomma correvano e si adoperavano; d’altra parte il Notaio si occupava dei colloqui con i clienti, delle stipule e di tenersi aggiornato sulle novità normative, e non ultimo si occupava di organizzazione.

La struttura era organizzata per settori e tutti erano super affacendati.

Insomma si correva, poi i tempi sono cambiati…

Personalmente presi conoscenza delle dinamiche interne dello studio e incominciai a capire come lo studio potesse rispondere alle esigenze di un mercato da prima in espansione ma ora (dal 2008) in sicura contrazione.

Per tornare al 2006, oltre alla definizione dei valori dello studio, della gestione ottimale del personale e di un software di studio consigliai al notaio di dotarsi anche di un CRM e gli scrissi la mia prima riflessione che riporto a seguire:

Perchè dotarsi di un CRM
Il CRM Notarile (Customer Relationship Management)

Clienti fedeli e abituali possono rappresentare un significativo vantaggio competitivo per uno studio notarile in molti modi. I clienti veramente fedeli costituiscono una fetta di mercato inattaccabile dalla concorrenza.
Nel passato (e forse oggi perchè ce ne sono molti)
il cliente è abituato a tollerare una scarsa attenzione alla cura delle relazioni da parte del notaio essendo vincolato essenzialmente da due fattori, la qualità della prestazione e la vicinanza geografica. Questi vantaggi competitivi saranno erosi, in un mercato proiettato alla contrazione. La riduzione dei vantaggi del servizio offerto renderanno la relazione con la clientela il nuovo elemento strategico.
Inoltre con la crescita dell’attività diventa impossibile per il notaio conoscere e gestire personalmente le relazioni con tutti i propri clienti.

Un sistema di CRM garantisce che tutti i componenti di un’organizzazione che possono intervenire nei contatti con la clientela, abbiano le informazioni giuste sul cliente, sul suo valore e sulle sue necessità e dispongano degli strumenti per garantirgli un’esperienza positiva.

Un buon CRM riesce a creare inoltre un vantaggio competitivo per l’intera organizzazione che va a sommarsi a quello del singolo professionista che ne fa parte.

Brent Frei, presidente di un’importante società di soluzioni informatiche centrate sul consumatore, porta ad esempio dimostrativo la relazione con la clientela nell’edilizia abitativa. “Un architetto che fornisce un servizio di alto livello si porrà al di sopra degli altri. Il livello di soddisfazione raggiunto dal cliente genererà un numero sostanzialmente sostanzialmente superiore di contatti rispetto ai suoi concorrenti. Tuttavia questa serie di nuovi contatti riguarderà il singolo architetto, che raggiungerà presto la saturazione nel numero di clienti. Se però quel livello di servizio e di soddisfazione può venire esteso a tutta la sua azienda e il cliente sente che tutta l’azienda sta lavorando per lui, allora la relazione si trasforma da personale ad aziendale e, a quel punto l’impresa otterrà i contatti anche se il singolo architetto non è disponibile.”
Nonostante l’esempio faccia riferimento all’edilizia abitativa, una simile riflessione è utile da applicare nel settore in cui operiamo, poichè la differenza non la fa solo il notaio ma la modalità in cui lo studio si propone.

Modelli interni ben oliati e supportati da ottimi  strumenti softtware (ad es. il CRM), ci aiuteranno a trasformare il focus da  notaio centrico e studio centrico in uno studio orientato all’obiettivo e alla clientela.

Da questa letterà inizio la mia avventura nel mondo notarile….

Alla prossima

 

0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *